Buon compleanno CoderDojo Perugia!

Non siamo sensazionalisti, non ci piace fare baccano per niente. Però questa cosa ci teniamo a ricordarvela e ricordarcela: l’8 novembre 2015 tenevamo il nostro primo incontro pubblico. Siamo a novembre 2016: è passato un anno!

TANTI AUGURI CODERDOJO DI PERUGIA!

E’ stato un anno fantastico. Abbiamo giocato, imparato, sbagliato (e sbagliato e sbagliato e sbagliato) e poi grazie a tutti gli sbagli abbiamo imparato meglio e di più. Siamo gente a cui piace un sacco sbagliare, è vero – ma se c’è una cosa che ci viene sempre giusta è proprio il CoderDojo. Con tanti mentor, con pochi mentor, con tanti bimbi piccoli, con tanti coder grandi, con i genitori che chiacchierano o che partecipano a incontri di approfondimento, con la passione e la pazienza degli enti che ci offrono ospitalità, il CoderDojo di Perugia ha imparato a farsi amare da decine di famiglie e dai loro giovani innovatori.

Ninja e Samurai

Dopo un anno, siamo finalmente riusciti a creare due gruppi, uno per i più esperti (Samurai) e un altro per i principianti (Ninja). I nostri giovani innovatori stanno facendo passi da gigante e sono in grado di avere un approccio ai temi del digitale da veri programmatori. Sono in grado di affrontare e risolvere problemi per i quali diventano protagonisti assoluti delle soluzioni. Per tutti loro non è che un inizio. Ci auguriamo che presto anche la Scuola accolga questa loro necessità di essere protagonisti del Rinascimento Digitale del nostro Paese o perlomeno del controllo del digitale che c’è nelle loro vite. Il CoderDojo di Perugia è comunque qui per restare. Con nuovi mentor, nuove idee, nuovi spazi da utilizzare e un sempre rinnovato amore per la condivisione del sapere digitale.

GRAZIE!

Non si può fare una lista completa delle persone da ringraziare. Sono tantissime. Però ci provo.

Innanzitutto vorrei ringraziare chi ci offre gratuitamente gli spazi in cui riunirci. In primis l’assessore comunale Maria Teresa Severini che ci ha dato la possibilità di incontrarci regolarmente nel bellissimo Salone di Apollo all’interno del Museo di Palazzo della Penna. Poi a Irene Biagini che ci ha aperto le porte del POST, il Museo della Scienza di Perugia. Grazie all’assessore regionale Antonio Bartolini abbiamo potuto tenere un incontro dentro il Palazzo della Regione mentre Gabriele De Veris e Sandra Fucelli ci hanno accolto con affetto e partecipazione nella splendida Biblioteca di San Matteo degli Armeni. Senza dubbio ricordiamo anche il primissimo incontro al CERP, nella Rocca Paolina, nella cornice dell’Immaginario Fesival, ideato da Alessandro Riccini Ricci (quanto ci manca quel festival!). Tutti luoghi fantstici che ci hanno dato modo di scoprire o riscoprire, insieme alle famiglie che ci seguono, posti meravigliosi della nostra splendida città. Un approccio, questo, specifico del nostro CoderDojo, pensato non solo per portare i nostri ragazzi a un nuovo livello di consapevolezza digitale ma studiato perché famiglie e ragazzi possano vivere l’abbraccio della città di Perugia che li accoglie nei suoi spazi più belli, importanti, simbolici… e li aiuta a crescere con i giusti strumenti nel mondo contemporaneo.

Un grande sostegno ci arriva anche da Maria Pia Serlupini, Garante per l’Infaniza e l’Adolescenza della Regione Umbria. Con la sua competenza e la sua passione per il mondo dei ragazzi ci ha sostenuto fin dal nostro primo incontro. Così come l’Ufficio Cultura del Compune di Perugia (grazie Rita Paltracca e Alessandra Cianetti!) e l’Agenda Digitale Umbra (grazie Lorena Grassi!) non smettono mai di diffondere le notizie dei nostri incontri, aiutandoci a rendere la nostra piccola esperienza un’esperienza condivisa da tutta la città e da tutta la regione.

Poi ci sono tutti coloro che rendono possibile lo svolgersi dell’attività. A partire da Michela Angeletti, Irene Biagini e Leonardo Alfonsi che insieme a me hanno dato inizio a questa avventura. Siamo un piccolo gruppo con grandi idee e con la capacità di realizzarle. Quando abbiamo deciso di lanciare il CoderDojo perugino, in tre settimane abbiamo lavorato sodo perché si realizzasse e da allora facciamo in modo che si ripeta, di mese in mese, senza finanziamenti e senza strumenti, se non quelli messi a disposizione da noi stessi, dalle strutture che ci ospitano e dagli altri mentor. Una storia di successo che si è potuta realizzare senza chiedere soldi a nessuno, senza pesare sulla Comunità, fornendo un servizio unico e di un livello eccellente – così come tutte le famiglie ci tengono tutti i mesi a ricordarci.

E a proposito dei mentor, abbiamo scoperto, di mese in mese, di poter contare sul supporto appassionato e competente di professionisti che non solo hanno una conoscenza approfondita della materia che condividono ma sono anche bravissimi nel creare un bel rapporto con i ragazzi che ci seguono. Sto parlando di Luca Truffarelli, Massimo Ghisalberti, Marco Vecchiocattivi, Luisa Scarpelloni, Marta Bosi, Eugenia Franzoni… Persone con esperienze aziendali e personali di rilievo nel mondo digitale che mettono a disposizione tempo e competenze per far crescere i nostri ragazzi in un clima di stimolante e intelligente effervescenza digitale.

Ma il quadro non è completo se non si contano i genitori che con abnegazione ci portano i loro piccoli genietti, affrontando le difficoltà di parcheggio, le intemperie, i collegamenti degli alimentatori alle prolunghe… 🙂 E soprattutto, francamente, dobbiamo ringraziare questa marea di ragazzini smaniosi di far funzionare il loro cervello, di piegare gli strumenti alla loro creatività, sempre affamati di cose digitali, sempre desiderosi di andare avanti, capaci di stare buoni per 3 ore in una sala (con pausa obbligatoria, salvare e spegnere!) concentrati su un gioco o su un nuovo concetto da digerire e pronti a usarlo a loro vantaggio per costruire i loro fantastici mondi creativi, dentro e fuori dal computer.
E sapete l’ultima cosa molto importante di tutta questa esperienza? Quasi la metà di questi avventurieri del digitale è composta da ragazze. Bambine e ragazze piene di passione e di inventiva.

Grazie davvero a tutti!

Marco Morello
CoderDojo Perugia Champion